29 Settembre 2020
news
percorso: Home > news > News Generiche

Ancora una sconfitta per Mattioli e compagni

09-12-2013 14:24 - News Generiche
Meridiana Fly Olbia - GS Arno Imballplast 3-0 (25/18, 25/17, 25/22)

GS Arno Imballplast: Bientinesi (K), Biffoli (L), Rossi 2, Lami 1, Mattioli 7, Papucci 13, Signorini 1, Francesconi 2, Magnini 5, Di Bendetto 3, Pitto 4.

Meridiana Fly Olbia: Mannecchia (L2), Calonico 4, Di Tommaso, Damaro 7, Marinelli, Miscione 11, Muccione n.e., Conti, Trova 12, De Rosas (L1), Valla n.e.


Il recupero della partita contro l'Olbia porta ancora brutte notizie per i tifosi dell'Arno Volley. Mattioli e compagni tornano dalla trasferta in Sardegna con zero punti e la prima sconfitta per tre a zero alle spalle. La classifica resta ferma: i castelfranchesi, con quattro punti, sono penultimi in piena zona rossa. L'Olbia invece, con questa vittoria, sale a 12 punti avvicinandosi con decisione alla zona play-off.
Bocini schierava in partenza Signorini e Papucci, Mattioli e Francesconi, Di Benedetto e Pitto, con Biffoli libero. Da segnalare l'assenza di Menicucci in rosa per problemi personali.
Olbia partiva subito concentrata in battuta scegliendo Mattioli quale bersaglio privilegiato, l'Arno non trovava risposte adeguate all'organizzazione dei sardi e andava subito sotto (8 a 4, 16 a 9, 21 a 12). Bocini optava per il doppio cambio con Rossi e Lami per Signorini e Papucci e grazie ad un ace di Rossi e alla precisione di Lami al palleggio, i toscani ricucivano qualche punto, assolutamente insufficiente però per fare paura all'Olbia.
Nel secondo set Arno ancora in campo con la medesima formazione, nonostante il brutto inizio. Le cose di nuovo prendono il verso sbagliato, con tanta sofferenza in ricezione e attacco. Bocini sul 5 a 2 sceglie di mandare in campo Magnini rilevando Francesconi. Il giovane schiacciatore inizia con un errore ma si riscatterà sia in attacco che in ricezione, dove darà un po' di sicurezza ad un reparto davvero ballerino. Signorini, vista la difficoltà di giocare al centro e la serata negativa di Mattioli in attacco, prova ad affidarsi sempre più a Papucci, autore di una discreta prova col suo 44% in attacco. Non basta, però: dall'altro lato Olbia amministra senza strafare, sbaglia poco, e chiude anche il secondo set con tranquillità.
Nella terza frazione Bocini lascia Signorini e Francesconi in panchina, inserendo Lami al palleggio e Magnini attaccante. E' il set più equilibrato: l'Arno illude partendo bene, viene ripreso dai sardi, ma riesce a stare a galla fino al vantaggio sul 21-20. A questo punto però i bianco verdi sbagliano in battuta, i sardi piazzano un ace, e si spiana la strada per la vittoria della squadra di Fortunati.

Certo Olbia è una formazione nata per giocare un campionato di livello, e l'impegno, dopo una trasferta così lunga, era davvero difficile. ma ancora una volta, purtroppo, si sono visti tanti, troppi errori da parte della squadra biancoverde soprattutto in fase di cambiopalla. L'assenza di Menicucci ha forse pesato: le capacità di ricettore dello schiacciatore ex Cascina avrebbero fatto molto comodo ai toscani. Le note positive vengono dalla conferma di Magnini e dalla crescita di Papucci, che dopo un inizio di campionato difficile, sembra in procinto di tornare ai suoi livelli.
Sabato prossimo al PalaBagagli arriverà il 4 Torri Ferrara: ancora una partita difficile, ma da affrontare con tutta la cattiveria a disposizione. Fare tre punti significherebbe infatti raggiungere i diretti avversari e risollevarsi da un pantano che si fa più scomodo ogni settimana che passa.



Fonte: Addetto stampa

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio